mercoledì 20 settembre 2017

Spinacorona - Passeggiate Musicali Napoletane


Dal 21 al 24 settembre una novita' assoluta e' la prima edizione di Spinacorona - Passeggiate Musicali Napoletane, rassegna musicale realizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli con la Direzione Artistica dell’ideatore Michele Campanella e il supporto organizzativo della Fondazione Festival Pucciniano.

Il festival prevede il dispiegarsi di un itinerario di scoperta storico-artistica della citta' attraverso alcuni dei suoi siti piu' interessanti e spesso meno conosciuti anche agli stessi napoletani, seguendo il fil rouge della musica da camera; 23 concerti, ciascuno di 40 minuti circa, offerti alla citta' da alcuni dei piu' prestigiosi musicisti della scena italiana e internazionale, convenuti a Napoli su invito di Campanella lui stesso protagonista di uno dei concerti in ognuno dei quattro giorni di rassegna.

Con lui Maurizio De Giovanni che leggera' un suo racconto scritto per l’occasione, Bruno Canino col Quartetto Mantegna, il Duo pianistico Paratore, Silvia Chiesa e Maurizio Baglini, il “leggendario” primo clarinetto dei Berliner Karl Leister, David Romano, Raffaele Mallozzi, Diego Romano, Francesco Bossone, Paolo Pollastri e tanti altri musicisti di eta' e provenienze diverse, legati dall’eccellente livello qualitativo delle proposte musicali.

Campanella sara' protagonista del melologo Enoch Arden di Richard Strauss con le voci di Anna Bonaiuto e Andrea Renzi, dei Liebesliederwalzer di Brahms eseguiti con Monica Leone al pianoforte e con l’Ensemble Vocale di Napoli sotto la guida di Antonio Spagnolo e a conclusione della rassegna, domenica 24 settembre, il Quintetto della Trota di Schubert assieme a Francesco Manara, Simonide Braconi, Massimo Polidori e Francesco Siragusa, prestigiose prime parti dell’Orchestra della Scala.

Moltissimi i motivi di interesse del festival, che tocchera' luoghi significativi della citta' e il cui spirito si evidenzia a partire dalla scelta del nome, Spinacorona, la statua che orna l’omonima fontana posta davanti alla Chiesa di Santa Caterina della Spina Corona, nel centro antico di Napoli, con la lapide che recita Dum Vesevi Syrena Incendia Mulcet alludendo alla Sirena (Napoli) che con la sua bellezza ammansisce la potenza devastatrice del vulcano.

Di questa bellezza saranno evocatori luoghi come il Museo Diocesano di Donnaregina, il Succorpo Vanvitelliano dell’Annunziata, la chiesa di San Giovanni a Carbonara, la Sacrestia della Chiesa di San Severo al Pendino, la chiesa di San Giovanni a Mare, la Chiesa del Pio Monte della Misericordia, quella della Santissima Trinità dei Pellegrini e altri suggestivi luoghi del centro storico, scelti e disposti come tappe di una luminosa passeggiata musicale settembrina.


I concerti saranno tutti a ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

Riscoprire la Napoli che abbiamo dimenticato, ritrovare la Napoli che amiamo: questo e' Spinacorona.

Riascoltare la musica che abbiamo nel cuore, conoscere musica mai sentita, anche questo e' Spinacorona.

Spinacorona e' un festival gratuito, giovane, moderno, vivace. Trenta, quaranta minuti di musica e poi, ancora, si passeggia sino al prossimo luogo dove vi aspetta altra musica eseguita da altri musicisti.

Cosi' da mattina a sera, per quattro giorni; quattro giorni e ventitre' concerti, per gioire del fascino di Napoli e della grande Musica, ventitre' concerti dedicati a coloro che amano la Musica e Napoli

Michele Campanella

e' stato naturale accogliere e fare nostra la generosa visione del maestro Campanella di costruire un itinerario conoscitivo dei tesori nascosti nel centro antico di Napoli, guidato dalle emozioni che solo la musica puo' comunicare. Come l’acqua sgorga dal seno della sirena Spina Corona, irrorando di vita la citta' e i suoi abitanti, cosi' la musica nutrira' l’animo di chi accogliera' questo invito alla bellezza.

Il pregio dei tesori artistici e architettonici della Napoli antica e l’alta qualita' delle interpretazioni musicali sapientemente scelte dal maestro Campanella, accompagneranno i viandanti in un’esperienza indimenticabile. Cosi' lo slancio civico nato con l’iniziativa /Restituzioni/ prosegue nel progetto di Napoli capitale della cultura.

Nino Daniele

SPINACORONA
Passeggiate Musicali Napoletane
programma
21 settembre
ore 12,00
Complesso di san Domenico Maggiore
Prologo pucciniano
A cura della Fondazione festival pucciniano con artisti dell’Accademia di alto perfezionamento del festival Puccini e Alberto Veronesi, pianoforte Wagner, Puccini
ore 21
Museo diocesano Donnaregina
Maurizio de Giovanni, Michele Campanella, pianoforte
Liszt sonata in si minore
22 settembre
ore 16.00
San Giovanni a mare
Ensemble vocale di Napoli
Antonio Spagnolo, direttore, Monica Leone e Michele Campanella, pianoforte
Brahms liebeslieder-walzer op. 52
ore 17.30
Chiesa di San Severo al Pendino
Davide Alogna, violino
Telemann fantasie n. 7, 9 e 10, Prokof’ev sonata op. 115
ore 18.30
Annunziata, Succorpo vanvitelliano
Anthony e Joseph Paratore, pianoforte
Brahms 16 valzer op. 39, danze ungheresi n. 2, 5 e 6
ore 19.45
Pio Monte della Misericordia
Guido Corti, corno, Alina Company, violino, Stefania Cafaro, pianoforte
Beethoven sonata per corno e pianoforte, Brahms trio op. 40
ore 21.30
Museo diocesano Donnaregina
Bruno Canino, pianoforte, Quartetto Mantegna, Daniela Cammarano e Serena Canino, violini, Giuseppe Russo Rossi, viola, Matteo Pigato, violoncello
ŠostakoviÄ� quintetto op. 57
23 settembre
ore 10,00
Palazzo Caracciolo
Pietro Locatto, chitarra
Bach suite bwv. 996, Takemitsu equinox (1993), Castelnuovo tedesco sonata
ore 11.00
Annunziata, Succorpo vanvitelliano
Anthony e Joseph Paratore, pianoforte
Rimskij-Korsakov She'he'razade
ore 12.30
Pio Monte della Misericordia
Daniele Orlando, violino, Stefania Cafaro, pianoforte
Faure' Elegia, Saint-Saëns sonata n. 1
ore 16.30
San Giovanni a mare
Adriana di Paola, mezzosoprano, Monica Leone, pianoforte
DvoÅ�ák, Padre Komitas, García Lorca, De Falla, Montsalvatge, Obradors canzoni popolari
ore 18.30
San Giovanni a Carbonara
David Romano, violino, Raffaele Mallozzi, viola, Maximilian Von Pfeil, violoncello
Beethoven trio op. 3
ore 20.00
Piazza Forcella
Luigi Maio, musicattore, Francesco Bagnasco, violino, Ilaria Laruccia, clarinetto, Matteo Provendola, pianoforte
Stravinskij la storia del soldato
ore 21.30
Museo diocesano Donnaregina
Anna Bonaiuto e Andrea Renzi, voci recitanti, Michele Campanella, pianoforte
R. Strauss Enoch Arden, Melologo su testo di alfred tennyson
24 settembre
ore 10.00
San Severo al Pendino
Gianluca Giganti ed Emilio Mottola, violoncelli
Bach2, Suite n. 1 e suite n. 5 (versione per due violoncelli di Francesco Fiore)
ore 11.00
Piazza Forcella
David Romano, violino, Luca Mennella, pianoforte
Liszt epithalam, grand duo concertant
ore 12.00
Annunziata, Succorpo vanvitelliano
Silvia Chiesa, violoncello, Maurizio Baglini, pianoforte
Rachmaninov sonata op. 19
ore 13.00
Pio Monte della Misericordia
Paolo Marzocchi, pianoforte
Reubke sonata in Si minore, Liszt rapsodia ungherese n. 2
ore 15.30
Chiesa della Santissima Trinita' ai Pellegrini
Ensemble vocale di Napoli, Antonio Spagnolo, direttore, Enrica Ruggiero, pianoforte
Brahms zigeunerlieder op. 103
ore 17,00
Pio Monte della Misericordia
Simonide Braconi, viola, Monaldo Braconi, pianoforte
ŠostakoviÄ� sonata, Braconi elegia e capriccio
ore 18
Palazzo Caracciolo
Paolo Pollastri, oboe, Franco Bossone, fagotto, Fabrizio soprano, pianoforte
Poulenc trio, Previn trio
ore 19.15
San Giovanni a Carbonara
Karl Leister, clarinetto, David Rromano e Marle'ne Prodigo, violini, Raffaele Mallozzi, viola, Diego Romano, violoncello
Mozart quintetto kv. 581
ore 20.15
Annunziata, Succorpo vanvitelliano
Trio Johannes, Francesco Manara, violino, Massimo Polidori, violoncello, Claudio Voghera, pianoforte
Ravel trio
ore 21.30
Museo diocesano Donnaregina
Michele Campanella, pianoforte, Francesco Manara, violino, Simonide Braconi, viola, Massimo Polidori, violoncello, Francesco Siragusa, contrabbasso
Schubert quintetto la trota

martedì 19 settembre 2017

Sott’ ‘e bombe




Sabato 23 settembre alle ore 10.30, nei locali de “Le Scalze-Laboratori di cittadinanza attiva” in Salita Pontecorvo 65, avrà luogo
 Sott’ ‘e bombe. Musica e poesia per la pace
a cura di Sergio Bizzarro e Costanzo Ioni. 

Si tratta della Quarta edizione della manifestazione che lancia un messaggio poetico per la pace e contro la violenza. 

Si svolge ogni anno in uno dei tanti rifugi antiaerei (o nei suoi pressi) della seconda guerra mondiale a ricordo di morti e distruzioni che hanno sconvolto Napoli, città da cui parte un simbolico abbraccio a quanti ancora oggi soffrono per le violenze commesse dall'uomo. La manifestazione è organizzata dal Forum Tarsia e dal Coordinamento delle Scalze e anche quest’anno si tiene immediatamente prima la ricorrenza delle Quattro Giornate di Napoli che significarono per il popolo della nostra città la fine della guerra e della violenza.


Nel corso della mattinata si potranno ascoltare i versi di Nancy Amato, Tiziana Nasta, Paola D’Agnese, Vera d’Atri, Claudio Finelli, Ketti Martino, Silvana Pesaola, Antonio Pietropaoli, Arianna Sacerdoti, Giulia Scuro, Nada Skaff, Ciro Tremolaterra, Giuseppe Vetromile e le canzoni del nuovo duo femminile napoletano formato da Claudia Qu e Federica Morra.

giovedì 10 agosto 2017

Karima Angiolina Campanelli a Castel dell'Ovo


Il Canto della dervisha

Karima Angiolina Campanelli
Regista - Autrice - Pittrice

 Napoli - Castel dell'Ovo

12 Agosto-4 Settembre









giovedì 27 luglio 2017

Concetta De Pasquale al Palazzo delle Arti di Napoli



Giovedì 27 luglio 2017, alle ore 19,00, verrà inaugurata nella sala Loft del PAN - Palazzo delle Arti di Napolila mostra personale di 
Concetta De Pasquale Sulla rotta di Colapesce, 
appunti di viaggio per mare", a cura di Francesco Gallo Mazzeo, dove sarà visitabile fino al 27 agosto

La mostra, organizzata in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, l'Assemblea Regionale Siciliana e la Fondazione Federico II di Palermo, verrà ospitata successivamente dal 22 settembre al 29 ottobre presso le sale espositive dell'Oratorio dei Santi Elena e Costantino di Palermo.


In catalogo, edito dalla casa editrice 'Magika' di Messina, testo critico di Francesco Gallo Mazzeo e contributo critico di Maurizio Vitiello
Il Comune e l'Assessorato alla Cultura e Turismo di Napoli ospitano ancora una volta Concetta De Pasquale, accogliendola nelle prestigiose sale espositive del PAN, dopo la personale "Oltre l'Isola", realizzata nel 2014
nella "Sala Carlo V" del Maschio Angioino.
La mostra raccoglie la produzione più recente dell'artista, una sessantina di grandi e piccoli dipinti realizzati a olio, catrame e acquerello su carta, ispirati al mare come luogo fisico e onirico del vivere.
Dopo le recenti personali, "Carte di Mare", presentata lo scorso anno a Messina, Roma e Porto Ercole e "Viaggio tra le isole del Vento" in mostra a Stoccolma, Lisbona e Dubai, il viaggio della De Pasquale continua sulla rotta tra Napoli e la Sicilia con questa nuova mostra, omaggio a un personaggio leggendario del Mediterraneo, Colapesce, al pittrice si ispira viaggiando con la fantasia e raccontando, con la sua pittura onirica e visionaria, l'inafferrabile mistero del Mare.Un racconto articolato in cui si intrecciano immaginazione e testimonianze di viaggio, attraverso acquerelli e taccuini realizzati in navigazione, durante i tanti viaggi fatti in barca a vela come 'pittrice di bordo'.
La mostra viene promossa e ospitata dall'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, dall'Assemblea Regionale Siciliana e dalla Fondazione Federico II di Palermo, nell'intento di ridisegnare una rotta immaginaria tra due luoghi, Napoli e la Sicilia, che molto condividono della storia, della cultura, dei miti e delle leggende del Mediterraneo. Come per l'antichissima leggenda di Colapesce, che da una parte
affonda le sue radici nella cultura tardo pagana napoletana, (Benedetto Croce, "Storie e leggende napoletane"), e dall'altra fa parte della tradizione scritta e orale della Sicilia, fin dal XII secolo.
Accompagna la visita della mostra il video di Anna Di Leo dal titolo "Sulla rotta di Colapesce". 
Alla realizzazione dell'evento di Napoli partecipano la Humanart Gallery di Rosa Basile e la UnipolSai Assicurazioni Agenzia Generale di Napoli 3 GF s.r.l.
Concetta De Pasquale, nasce a Salò (BS) nel '59 e dopo la laurea in Lettere e la specializzazione in Storia dell'Arte all'Università di Urbino, si diploma in pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera. A Milano, frequenta
gli studi degli scultori Fausto Melotti e Nanni Valentini, suoi maestri nell'uso minimale e rigoroso della materia. Dopo le prime esperienze con materiali diversi, dal '95 la sua attenzione si ferma sulla carta che diventa
supporto privilegiato per una pittura organica, essenziale e intima, che indaga il corpo nella sua doppia valenza, fisica e spirituale. La sua è una pittura visionaria che scaturisce dall'esperienza che il proprio corpo compie incontrando direttamente la carta. La pittrice, infatti, nelle sue grandi carte non si limita a deporvi pittura, ma lascia che la carta si faccia sudario a incarnare segni, impronte e tracce di un'esperienza che prima di essere pittorica è mentale e spirituale, ma al tempo stesso fisica e sensuale. Durante il suo percorso artistico, la pittrice ha spesso privilegiato il rapporto della pittura con lea tre arti, realizzando libri d'arte, spettacoli, performances e installazioni in team con scrittori, architetti, fotografi, registi e musicisti. Pur mantenendo l'animo di viaggiatrice, da alcuni anni ha scelto di vivere in Sicilia, isola di origine paterna, dove insegna al Liceo Artistico Statale "Ernesto Basile" di Messina e dove conduce laboratori di pittura sull'espressività creativa spontanea dell'immaginario infantile secondo il 'Closlieu' di Arno Stern. Per la città di Messina nel 2010 ha progettato e realizzato la scultura "L'abbraccio dell'Angelo", commissionata dal Comune per la piazza del Teatro Vittorio Emanuele. Da qualche anno viaggia in barca a vela, definendosi "pittrice di bordo", realizzando taccuini di viaggio. Dal '79 a oggi ha esposto in prestigiosi spazi pubblici e gallerie private. Si ricorda la sua presenza alla Biennale Internazionale di Arte Contemporanea a Firenze ,curata da John Spike, alla 54^ Esposizione Internazionale d'Arte de "La Biennale di Venezia", la partecipazione ad "Artisti di Sicilia" e a "Expo Arte Italiana" curate da Vittorio Sgarbi; le recenti personali a Palazzo Medici Riccardi a Firenze e al Maschio Angioino di Napoli, la prestigiosa partecipazione alla mostra "Le avventure della forma" alla  Fondazione Terre Medicee di Seravezza, curata da Marco Moretti e tante altre partecipazioni nazionali e internazionali da Stoccolma, Lisbona, Parigi, Nizza, Principato di Monaco, Londra, Strasburgo, Budapest, Bruxelles, Berlino a Dubai. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

venerdì 21 luglio 2017

Cattive notizie per il popolo dei lamentosi e contrari-comunque


Sabato, 22 luglio 2017, riapre al pubblico la Funicolare Centrale di Napoli . L’intervento di revisione ha previsto il restyling dei treni, della linea e degli ambienti di stazione, della sala argano, della sala controllo comando e conduzione dell’impianto, l’introduzione di nuove tecnologie per la movimentazione e l’informazione al pubblico. 




Oggi 21 luglio  inaugurazione uscita “San Giacomo” della stazione della Metropolitana di Napoli. 


Torna a splendere il Ponte di Chiaia, costruito nel 1636 e restaurato nel 1834

L’attuazione del Grande Progetto Centro storico di Napoli – Valorizzazione del sito UNESCO prosegue con la consegna dei lavori di restauro e di valorizzazione del Complesso dei Girolamini e del Complesso di San Paolo maggiore.


La Giunta comunale, su proposta dell’assessore all’urbanistica Carmine Piscopo, ha approvato l’aggiornamento periodico del catasto dei terreni del Comune di Napoli interessati da incendi .
Per tali terreni, che vengono individuati nel provvedimento approvato attraverso l’indicazione delle particelle catastali, scatta il divieto di modifica della destinazione d’uso per 15 anni, il divieto di costruzione (se previsto) per i successivi 10 e il divieto di interventi di rimboschimento o di ingegneria naturalistica con fondi pubblici per 5 anni.


In tali aree è consentita invece la sola realizzazione di opere pubbliche finalizzate alla messa in sicurezza.
Tali divieti sono conseguenti alla norma introdotta dal Parlamento per evitare che agli incendi, spesso dolosi, seguisse una attività speculativa.




 Finalmente Bagnoli!

sabato 15 luglio 2017

Il ricordo attraverso un brano recitato e cantato da Gianni Lamagna



Tratto dal disco dell'Oratorio Sacro "Vexilla Regis" di Pietro Pisano, il brano
 "Sono stato io l'ingrato" di Sant'Alfonso Maria de' Liguori.

Interpreti:
Gianni Lamagna - voce
Antonio Saturno - chitarra e arrangiamento per chitarra.

Non conoscevo questa magistrale interpretazione dell'amico  Maestro Gianni Lamagna, cantante, attore, musicista, ricercatore e  voce storica della Compagnia di Canto Popolare,  di questo brano di Sant'Alfonso Maria de' Liguori che mi ha riportato indietro di molti tempo, agli anni 60/70.

Nella Chiesa di San Carlo alle Mortelle, ogni giorno dopo il Rosario recitato dalle anziane della parrocchia e prima della benedizione impartita dal sacerdote, questo brano veniva cantato senza sottofondo musicale, anche con più di una stonatura ma sempre con lo stesso andamento e non di rado con qualche voce che si univa al coro dopo essersi improvvisamente svegliata.

Ricordi dell'adolescenza, di luoghi, di persone che questo brano ha suscitato e che mi auguro faccia piacere ascoltare anche  ad amici e contatti.

venerdì 7 luglio 2017

Napoli, lasciatevi sorprendere




Una Napoli ancestrale e sincretica, 
forte e profonda. 
Vulcani e mare, paesaggi magnifici per una meta che sa sorprendere in modi sempre nuovi.
L’Aeroporto Internazionale di Napoli protagonista della promozione turistica di una città più intrigante e viva che mai.

E un giorno all'improvviso... la Fondazione si svegliò


E un giorno all'improvviso...cantano i tifosi della squadra azzurra e anche quanti di noi hanno speso il proprio tempo nei mesi e negli anni scorsi a rincorrere un Commissario della Fondazione -che non aveva mai tempo per incontrare i cittadini - e autorità regionali, cantiamo l'inno della squadra del Napoli per festeggiare l'improvviso risveglio di una Fondazione gestita dalla Regione Campania e dormiente da anni.

Una serata nel segno dell'alta moda domani sera a partire dalle sei e mezza per gli habitué della Fondazione Mondragone, che ospiterà stavolta l'inaugurazione e presentazione della mostra “Gioielli di filo, ricami e merletto” ...così recitava il giornale cittadino annunciando il party con Anna Fendi e Regina Schrecker presso la sede della Fondazione Mondragone che si è svolto ieri.
Inaugurazione nel 2003

Se questo è un segnale di risveglio dal lungo letargo ben venga,  ma ben  altri segnali avremmo preferito ricevere magari con l'annuncio di una scuola del settore tessile e dell'abbigliamento o comunque iniziative a favore dei giovani del quartiere e della città evitando di farne un uso esclusivo per pochi anche in considerazione della pioggia di centinaia di milioni di lire di risorse pubbliche spesi in passato che non sembra siano serviti a farne quel polo della moda che ci si era prefissati di realizzare.








sabato 1 luglio 2017

Inaugurato il campetto di calcio per i ragazzi dei Quartieri Spagnoli



Una buona notizia per gli abitanti dei
 Quartieri Spagnoli !
E' intitolato a Mimmo Garritani, storico educatore del quartiere che ha dedicato la vita al recupero dei minori a rischio., il nuovo campetto di calcio del Centro Aggregativo Adolescenti 'Palazzetto Urban' 
riqualificato dal Comune.

giovedì 29 giugno 2017

Porto di Napoli aperto alla città



Domenica 2 luglio evento indirizzato per aprire le porte per un intera giornata alle bellezze del mare ed il porto della nostra città. Visite gratuite in traghetto per conoscere le attività, i mestieri, le professionalità, la storia, gli scali delle navi, il trasporto merci. Infine l'accensione a lume di candela del suggestivo molo San Vincenzo, a cura del Comune di Napoli in collaborazione con Friends of Molo San Vincenzo, che farà da sfondo incantevole ed incomparabile bellezza al concerto gratuito del Teatro San Carlo



VISITA DEL PORTO DI NAPOLI, VIA MARE2 LUGLIO 2017
ore 9.00 prima visita
ore 11.00 seconda visita
ore 12.15 terza visita
TRAGHETTO ROSA D’ABUNDOMOLO D’IMBARCO n.5, MOLO ANGIOINO, INGRESSO STAZIONE MARITTIMA.
I cittadini, che si saranno prenotati, potranno effettuare una visita del porto di Napoli sul traghetto Rosa D’Abundo.
La corsa è prevista alle ore 9.30, molo 5, piazzale Angioino, interno porto. Importante: la prenotazione va stampata e consegnata all’imbarco che si aprirà mezz’ora prima dell’orario di partenza.
Una volta esaurite le prenotazioni della prima corsa saranno aperte prenotazioni per altre corse. 

Prenota la visita guidata subito! Ti suggeriamo di arrivare alle ore 9.00 al molo Angioino (orario di partenza è h 9.30). In caso di esaurimento dei posti, saranno previste altre visite via mare.

 www.portoaperto.it

martedì 20 giugno 2017

Riqualificazione dei gradini di Santa Caterina da Siena






Intervento di riqualificazione dei gradini di
 Santa Caterina da Siena
con la prestigiosa firma di Riccardo Dalisi






Il giorno mercoledì 21 giugno, alle ore 19:00, alla presenza del
 Sindaco Luigi de Magistris, 
dell'Assessore al diritto alla città Carmine Piscopo, del presidente della I Municipalità Francesco De Giovanni e della Fondazione di musica antica "Pietà dei Turchini". 

L'intervento rientra nell'ambito di riqualificazione partecipata e cura degli spazi urbani ai sensi della delibera di Consiglio comunale n. 29 del 16 luglio 2015, “Adotta una strada”.
Seguirà il concerto del Coro di Voci Bianche di San Rocco e dal Coro del 48° Circolo di Napoli, diretti dal Maestro Salvatore Murru.
Comune di Napoli
Assessorato Urbanistica e beni comuni