venerdì 21 aprile 2017

Luigi Uzzo




Napoli, 7.3.1943

                           Roma, 22.4.1990






Attore sin da bambino con Zietta Liù, pseudonimo di  Lea Maggiulli Bartorelli, giornalista e autrice di spettacoli teatrali e rubriche di argomenti per bambini.


Indimenticabili i suoi ruoli nei capolavori teatrali di Eduardo De Filippo, come Nicolino in Natale in casa Cupiello, Quei figuri di tanti anni fa e Le voci di dentro,  nei film di Luciano De Crescenzo Così parlò Bellavista e Il Mistero di Bellavista con il grande Benedetto Casillo


dal film "Il mistero di Bellavista" – 1985 -Regia: Luciano De Crescenzo

Vissuto negli anni della infanzia e gioventù nel quartiere Veterani, era sempre una gioia vederlo intrattenersi con gli amici in piazzetta San Carlo alle Mortelle tra battute e risate immancabili.

Morì a Roma, dove si era trasferito, a soli 47 anni privando il teatro e il cinema di un grande attore e di un Artista  di non comune semplicità ed umanità.

Dopo 27 anni, ti ricordiamo sempre  con immutato affetto

giovedì 13 aprile 2017

'O Maggio a Totò, un Genio in mostra


XXIII Edizione del Maggio dei Monumenti 
nell’anno delle celebrazioni del cinquantenario dalla morte di Totò


Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/cultura/maggio-dei-monumenti-2017-omaggio-toto.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday



Una mostra piena di sorprese: la grandezza di Totò, l'artista e l'uomo in un percorso triplice, fra il Maschio Angioino, Palazzo Reale e San Domenico Maggiore; oggetti provenienti da decine di prestatori, pronti successivamente a cominciare un lungo tour sia in Italia, sia all'estero

mercoledì 12 aprile 2017

2° appuntamento al pontile di Bagnoli

Sabato 15 Aprile 2017 a partire dalle ore 10:00 
il Comune di Napoli, l'Assessora al Mare, Daniela Villani, 
invitano la cittadinanza 
per festeggiare insieme l’apertura prolungata del Pontile di Bagnoli 

         Uno dei posti più spettacolari della città, che sarà animato         

 a passo di danza.




Il Pontile Danzante
culture e tradizioni, per la Città Bene Comune






giovedì 6 aprile 2017

100 artisti per il libro della città


Una “chiamata alle arti” per Napoli. Dal 7 al 17 aprile 2017, le Sale espositive del I e II piano di Castel dell’Ovo ospiteranno l’evento/mostra 
SOS Partenope
100 artisti per il libro della città, un’iniziativa a cura del Mondodisuk in collaborazione con
 l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli,
 per sostenere e finanziare il progetto di crowdfunding per la traduzione in italiano del libro di Jean-Noël Schifano Dictionnaire amoureux de Naples 
(Dizionario appassionato di Napoli). 

In mostra i lavori di oltre 100 artisti, di differenti generazioni, italiani e stranieri, che hanno risposto con grande entusiasmo al progetto, donando una propria opera che sarà data in premio, attraverso un sorteggio, a coloro che parteciperanno alla donazione con una quotazione fissa.

Ad aprire il vernissage, il 7 aprile alle 17.00, alla presenza dell’assessore Nino Daniele, dell’autore Jean-Noël Schifano e dell’editore Donatella Gallone, saranno tre brevi eventi performativi realizzati da Ginevra e Virginia De Masi, Nicca Iovinella e dal laboratorio di bambini curato da Luigi Filadoro. Seguirà, alle 19.30 un aperitivo alla Caffetteria Marsal di via Eldorado 4 dove sarà possibile, ricevendo in premio una delle opere esposte (secondo sorteggio regolato dalla piattaforma), donare 200 euro attraverso il Donamat, strumento messo a disposizione dalla piattaforma Meridonare (Fondazione Banco di Napoli) che emetterà subito la ricevuta della donazione, da poter effettuare con bancomat, carta di credito e contanti. 


Dopo Castel dell’Ovo, l’esposizione sarà ospitata dalla Fondazione degli ingegneri, nella Basilica San Giovanni Maggiore, rampe San Giovanni Maggiore (traversa via Mezzocannone).
È possibile seguire il progetto collegandosi alla piattaforma di Meridonare: SOS Partenope
https://www.meridonare.it/progetto/sos-partenope

SOS Partenope: 100 artisti per il libro della città
Dal 7 al 17 aprile 2017
Vernissage: venerdì 7 aprile dalle 17.00 alle 19.30
Orari: dal lunedì al sabato - dalle 9.00 alle 19.30
domenica dalle 9.00 alle 14.00
allestimento: Italo Pignatelli
organizzazione: Laura Bufano
social media management: Sabrina Angione


info e contatti: dizionarioappassionatodinapoli@gmail.com
ufficio stampa: Francesca Panico- francescapanico.art@libero.it 348 3452978

giovedì 30 marzo 2017

Il Pontile danzante




Comune di Napoli -Assessorato alla Qulità della vita e alle pari opportunità

Assessora Daniela Villani






Il Pontile Danzante
culture e tradizioni, per la Città Bene Comune






Sabato 1 e 15 Aprile 2017 a partire dalle ore 10:00 il Comune di Napoli, l'Assessora al Mare, Daniela Villani, invitano la cittadinanza per festeggiare insieme l’apertura prolungata del Pontile di Bagnoli (fino alle 16:00).


Uno dei posti più spettacolari della città, che sarà animato a passo di danza.

A partire da sabato 01 aprile, l’orario di apertura del Pontile di Bagnoli sarà esteso fino alle ore 16.00 per tutti i sabato a seguire, mentre resterà invariato negli altri giorni, fino all’entrata in vigore dell’orario estivo a partire dal mese di maggio.

Un’anticipazione che si inserisce in un più ampio progetto di attività e rifunzionalizzazione per il Pontile, fortemente voluto dall’Amministrazione di Luigi de Magistris, e dell’Assessora con delega al Mare Daniela Villani.

Nel progetto sono ricomprese un’ampia serie di iniziative ludico-ricreative, che si svilupperanno anche in collaborazione con il Presidente Diego Civitillo e la Decima Municipalità, le associazioni e la cittadinanza tutta.

L’estensione dell’orario è quindi un primo step verso una vera e propria restituzione di questo suggestivo luogo alla città, simbolo della sua archeologia industriale ma anche location mozzafiato per eventi ed happening socio-culturali gratuiti, che daranno l’opportunità a tutti gli abitanti di fruire di una delle viste più spettacolari del Golfo.


PROGRAMMA

1 Aprile 2017 dalle ore 10:00

1. ASSOCIAZIONE ANZIANI DI VILLA MEDUSA
2. PASSI RANDAGI a cura di Paola Netti - danze del mediterraneo e dei Balcani)
3. CONTACT IMPROVISATION NAPOLI


15 Aprile 2017 dalle ore 10:00

1. SWINGIN' NAPOLI
2. UNIVERSITANGO
3. BALFOLK

IN COLLABORAZIONE CON LA MUNICIPLITÀ 10
CON IL SUPPORTO TECNICO DELL’ASSOCIAZIONE ANZIANI VILLA MEDUSA

Il Teatro San Carlo accoglie i crocieristi

I turisti che scendono dalle sempre più numerose navi da crociera saranno accolti dal teatro più antico d'Europa e più bello al mondo: il San Carlo ed il Porto di Napoli organizzano l'accoglienza con con figuranti in costume, intrattenimenti musicali e visite guidate all'Opera.






sabato 25 marzo 2017

Sky Arte Festival, a Napoli dal 5 al 7 maggio

Dal teatro alla fotografia, dall'arte classica alla street art: dal 5 al 7 maggio, Sky Arte porta a Napoli tutte le forme di espressione artistica che hanno già trovato nel canale tematico il proprio punto di riferimento sul piccolo schermo. In programma, un fitto calendario di appuntamenti per la prima edizione di un Festival che promette di far parlare a lungo di sé.


La prima decade di maggio riserva un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della creatività, con una tre giorni – dal 5 al 7 – che a Napoli porta performance coinvolgenti e protagonisti della scena artistica, nazionale e non solo, di altissimo livello.
Stiamo parlando del primo Festival di Sky Arte, con un ricco programma che comprende teatro, musica, arte classica e contemporanea, fotografia, street art: forme d’espressione declinate in mostre e proiezioni, concerti e incontri nella splendida città meridionale. In un contesto così fertile e vivace sarà presente anche Sky Academy, che a Napoli proporrà alcune delle proprie iniziative dedicate a bambini e ragazzi, riconducibili a progetti già avviati e ad altri in cantiere per la prossima stagione e con l’obiettivo comune di stimolare la creatività e sostenere il talento nelle nuove generazioni.

Tema del Festival, organizzato in collaborazione con il Polo museale della Campania e il Comune di Napoli, sarà La rigenerazione. Si parte infatti dall’idea di rinascita propria della creatività e delle arti, cui Sky Arte ha dedicato grande attenzione fin dal proprio esordio, ormai quattro anni fa.
Per Sky, e in particolare per Sky Arte, è l’occasione per celebrare l’arte nella sua essenza più pura,  nelle sue innumerevoli rappresentazioni; non solo attraverso le tante forme di intrattenimento e divulgazione già offerte sul piccolo schermo ai propri abbonati, mettendo in campo una proposta culturale unica e multiforme, capace di coinvolgere il pubblico di ogni età. Per Napoli, da sempre tra i luoghi italiani più vivaci, capace di coniugare innovazione e tradizione, si offre l’opportunità di valorizzare ulteriormente le meraviglie del prezioso tessuto storico-artistico e culturale.

Quartier generale del Festival di Sky Arte sarà il Museo Pignatelli,  uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica della città. La villa monumentale (nell’immagine in apertura), lungo la Riviera di Chiaia, ospiterà dibattiti e proiezioni, workshop e le attività di Sky Academy.
Ma la natura “diffusa” del Festival si esprimerà in una moltitudine di location, tra le quali vale la pena di menzionare il Museo MADRE, che ospiterà l’evento inaugurale del Festival, le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, e il Rione Sanità.
In particolare, grazie alla collaborazione con la Fondazione di Comunità San Gennaro, la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanità saranno teatro di pièce teatrali e del concerto di un grande musicista italiano.

Tutti gli eventi del Festival Sky Arte saranno gratuiti e aperti al pubblico su prenotazione fino ad esaurimento posti.

venerdì 17 marzo 2017

Comune di Napoli : notizie

Assessorato alla Cultura e al Turismo 
Assessore Nino Daniele

Assessora Daniela Villani                   



Tesori nascosti
Nei giorni scorsi si è svolta la pulizia programmata  dei Gradoni di Santa Maria Apparente.

martedì 7 marzo 2017

Petizione degli abitanti per la salvaguardia dell'incolumità

Gli abitanti di quel bel tratto di Corso Vittorio Emanuele, che va dalla seicentesca Chiesa di Santa Maria Apparente all'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, già da tempo in sofferenza per la chiusura temporanea della Funicolare Centrale per lavori di revisione ed ammodernamento non rinviabili, sono impegnati in una raccolta firme per una petizione da indirizzare all'Amministrazione Comunale per richiedere seri interventi manutentivi ai marciapiedi a difesa della pubblica incolumità.

"...La pavimentazione è staccata in moltissimi punti , vi sono buche e instabilità della pavimentazione che rendono difficile il transito, specie agli anziani ed alle mamme con passeggini . Accade spesso  di assistere a cadute di persone anziane , che, nei casi più gravi possono portare  a richieste legali di risarcimento . Inoltre in caso di pioggia i marciapiedi diventano vere trappole pericolose..."

I cittadini comunicano che la petizione potrà essere sottoscritta presso:

Edicola Piazzetta Cariati Gioacchino
Edicola prossimità scale petraio
Panetteria Molettieri 
Bar Luciano
Bar della Funicolare
Polleria da Lello
Macelleria Da Mauro


Mi auguro che la sensibilità e disponibilità - già mostrata in altre occasioni - di qualche esponente dell'Amministrazione possa superare anche i tempi della petizione.

venerdì 24 febbraio 2017

La foto di Sergio Siano :la Chiesa di San Carlo e il Cristo grande





                Sergio Siano
                     fotoreporter




                            
grazie


giovedì 23 febbraio 2017

Torna oggi a splendere il sole in San Carlo alle Mortelle




E' una gran bella giornata oggi per la comunità di San Carlo alle Mortelle e per quanti sono legati al territorio anche se distanti fisicamente.

Le porte della Chiesa di San Carlo si riaprono oggi dopo quasi otto lunghi anni nella speranza che ritorni ad essere punto di riferimento per i tanti ragazzi e giovani del quartiere che devono sentire questo luogo come casa propria come lo fu per tanti di noi negli anni 60/70 con il mai dimenticato Franco Alfarano.
presidio in piazza 23.9.2013

Un grazie da parte mia e di Ezio Aliperti a tutti gli amici vicini, lontani e lontanissimi sparsi un po' ovunque per la vicinanza all'impegno profuso in

questi anni per la riapertura della Chiesa, il maggior decoro della piazza, la celebrazione del centenario della nascita del letterato Antonio Altamura, per il restauro del Cristo Grande.
presidio in piazza 23.9.2013

Un doveroso sentito  ringraziamento a :

Cardinale Crescenzio Sepe
Parroco Domenico Toscano

On. Annamaria Carloni

Sindaco Luigi de Magistris
Assessore Nino Daniele
Assessora Daniela Villani
Consigliere Francesco Vernetti
ex Consigliere Giovanni Formisano

Arch. Salvatore Russo                                 
                                                              
Prof.Emma Buondonno
Sen. Francesco de Notaris
Dott. Mario di Costanzo
Prof. Marco Rossi Doria
Arch. Lucio Sisto
Prof. Roberto Tortora
Arch. Gianni Vigilante

giornalisti :

Mimmo Annunziata
Carlo Maria Alfarano
Marco Altore
Flavia Balsamo                                       
Paolo de Luca
Rosario Messina
Procolo Mirabella
Enrico Nocera
Marco Perillo
Enzo Piscopo
Davide Savino
Barbara Tafuri
Cristina Zagaria

Fotografo Ferdinando Kaiser

Napoli Servizi S.p.A.

Garage 594 -vico Mortelle
restauro Cristo Grande

Convegno S.Orsola Ben. 1.3.2014










cerimonia targa A.Altamura
                                               
largo Antonio Altamura












restauro  Cristo Grande
                                                            







                                                             

lunedì 20 febbraio 2017

Riapre la Chiesa

Alleluia, Alleluia !

Mi è stato comunicato dalla Segreteria del Cardinale Crescenzio Sepe che Giovedì 23 riaprirà la Chiesa parrocchiale di San Carlo alle Mortelle.

Dopo quasi otto anni dalla voragine e 877 giorni dall'inizio dei lavori riapriranno le porte di un luogo tanto caro agli abitanti della zona e a tanti di noi sparsi un po' ovunque ma uniti nel ricordo degli anni migliori
La cerimonia è prevista per le ore 18,30
foto Massimo Giarraffa



giovedì 9 febbraio 2017

Innamòrati / innamoràti di Napoli




Domenica
 12 febbraio 2017




L’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli presenta la seconda edizione dell’iniziativaInnamòrati/Innamoràti di Napoli.
È il programma di visite guidate da “ciceroni illustri” affiancati da guide turistiche abilitate che nella mattina di domenica 12 febbraio faranno innamorare di Napoli cittadini e turisti illustrando le bellezze della città. Si andrà alla scoperta e riscoperta di luoghi noti e meno noti raccontati in chiave personale da uomini e donne che lavorano e vivono ispirati dall'amore per Napoli. Dai tasselli degli appuntamenti verrà fuori il volto variegato di una città che eccelle in mille campi. Napoli dell'arte, Napoli della storia, della musica, dell'alchimia, della scienza, del teatro, dei paesaggi, dell’archeologia, dello sport.

Da un’idea dello scrittore Maurizio De Giovanni con l’attrice Cristiana Dell’Anna che farà da madrina, le visite inizieranno da Palazzo San Giacomo alle 10.30, sede del Municipio, alla presenza del sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dell’assessore alla cultura e al turismo Nino Daniele e proseguiranno in tutta la città dal Maschio Angioino a Trentaremi, dal Centro Antico agli studi RAI di Fuorigrotta, da Castel dell’Ovo al Vesuvio. Circa una cinquantina i personaggi illustri che hanno aderito finora per altrettanti percorsi e monumenti della città.
All’associazione di categoria Guide Turistiche Campania è affidata l’organizzazione dell’evento e l’affiancamento nelle visite ai ciceroni illustri.
Le visite si svolgeranno nella mattinata di domenica 12 febbraio con un’unica eccezione per il Borgo Orefici che sarà protagonista di un evento sabato 11.
Le visite guidate sono tutte gratuite. Per i luoghi dove è previsto un biglietto d’ingresso questo sarà a carico dei partecipanti. Tantissime le strutture che hanno aderito garantendo una scontistica dedicata agli “innamorati”.
Questa iniziativa celebra l’amore per Napoli. L’amore di chi l’ha vissuta, di chi l’ha raccontata o interpretata mettendo in luce uno dei suoi innumerevoli volti. La partecipazione entusiastica dei ciceroni illustri, dei turisti e dei cittadini conferma e rinforza il legame profondo che questa città riesce a stabilire con chi la vive e con chi la visita.
Per partecipare è obbligatorio prenotarsi attraverso il sito internet http://www.guideturistichecampane.it/ dove è possibile visionare le informazioni su ogni singola visita. Per ulteriori dettagli è possibile scrivere una mail all’indirizzo infoinnamoratidinapoli@gmail.com oppure telefonare ai seguenti numeri 3488991269 - 3281764063 – 3923691148 –- 3474601813 tra le ore 10.00-17.00.
La giornata degli innamoràti di Napoli si concluderà con una particolare serata danzante “silenziosa”: il Silent Party, un’iniziativa molto attesa dal giovane pubblico che balla ascoltando musica dalle cuffie e scegliendo tra tre generi musicali. Organizzata dalla società Silent Party la serata si terrà in Galleria Umberto I a partire dalle ore 21.00. Per info http://www.the-silent-party.it/


I personaggi e i luoghi

Cristiana Dell’Anna – Palazzo San Giacomo
Artigiani Antico Borgo Orefici - Borgo Orefici
Riccardo Dalisi – Complesso Monumentale della Santissima Annunziata
Letizia Galli – Complesso Monumentale della Santissima Annunziata
Francesco Pinto - RAI Set Un Posto al Sole (con la partecipazione di Patrizio Rispo - Michelangelo Tommaso -Samanta Piccinetti - Lucio Allocca -Lorenzo Sarcinelli)
Andrea Tartaglia - Il decumano superiore
Giovanni Vitolo - Società di Storia Patria – Castel Nuovo
Ugo Leone: il Vesuvio da Napoli
Vincenza Alfano - Teatro di San Carlo
Carmine Aymone e Michelangelo Iossa - la collina del Vomero
Valerio Ceva Grimaldi – Hotel San Francesco al Monte
Anna Paola Merone - la Napoli nobilissima ed i vicoli
Vittorio del Tufo - Chiesa del Carmine
Armando Brunini - il Petraio
Bruno Leone: Pulcinella al Duomo
Giulio Baffi - Teatro San Ferdinando
Mauro Giancaspro e Marco Calafiore - Teatro Augusteo
Giuseppe Ferraro - Grotta di Seiano
Anna Maria Ghedina - Palazzo Donn'Anna
Gianni Valentino: A Leopardi Viviani
Antonio Tricomi Gianfranco, Coci e Giorgio Verdelli – Arena Flegrea e Teatro Mediterraneo
Mario Brancaccio - Parco Virgiliano
Antonio Pennarella - Galleria Borbonica
Paolo Iorio - Museo del Tesoro di San Gennaro
Giuseppe Iannicelli - Stadio San Paolo
Yvonne Carbonaro - Chiesa S.Maria del Parto
Enzo De Caro - Quartiere Sanità
Mimmo Sica - Il Maschio Angioino - Castel Nuovo
Elsa Evangelista - Conservatorio San Pietro a Majella
Gino Giaculli - Lungomare di Napoli
Martin Rua e Agnese Palumbo - Cappella Sansevero
Mirella Armiero - Museo Madre
Pietro Treccagnoli - San Giovanni a Carbonara
Carlo Morelli - Pietà dei Turchini
Pino Aprile - Museo di Pietrarsa
Pierantonio Toma - Castel dell’Ovo
Rosaria De Cicco, Nello Mascia e Ciccio Merolla e gli Artisti Indipendenti - Quartieri Spagnoli
Le Assurd – Quartieri Spagnoli
Michele Iodice - MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Giuseppe Corcione – Pio Monte della Misericordia

martedì 31 gennaio 2017

Un Ponte per proteggere i minori stranieri non accompagnati

Nell’ Istituto dei Salesiani in Via Don Bosco, il Comune di Napoli apre la prima 
“struttura ponte” 
per garantire il diritto al riparo ed alla protezione dei minori stranieri non accompagnati, la categoria a più alto rischio fra le persone fuggite da guerre, persecuzioni e violenze nel mondo

giovedì 19 gennaio 2017

Funicolare centrale, il punto sui lavori

I lavori  di revisione generale ventennale della Funicolare Centrale, sono in corso e, come riferito dai componenti della Commissione Comunale Trasporti, procedono secondo il programma.
La riapertura è prevista per Luglio di quest'anno.
In questo video della TV del Comune di Napoli Ufficio stampa,  il punto sui lavori.






La Funicolare Centrale, realizzata su progetto dell'Architetto Pier Luigi Nervi e dell'Ingegnere Gioacchino Luigi Mellucci, è stata inaugurata nell'Ottobre del 1928 ed è  uno degli impianti a fune urbano tra i più importanti al mondo per lunghezza, efficienza e capacità di trasporto utilizzato da circa  28.000 passeggeri nei giorni feriali e circa 10.000 nei festivi.

venerdì 13 gennaio 2017

Viaggio nella stazione Municipio della Metropolitana

Visita al cantiere della stazione Municipio della metropolitana con una guida d'eccezione, l'Ing.Antonello de Risi, Direttore tecnico della Metropolitana di Napoli S.p.a.

venerdì 30 dicembre 2016

Un nuovo anno finalmente diverso

(foto Gustavo Pozzo)
Tra alcune ore avrà  inizio il nuovo anno ed al nuovo anno desidero guardare lasciando quello trascorso alle spalle.

Mi riferisco a quello che è stato per me e tanti amici l'obiettivo primario : tornare a vedere quelle due porte della Chiesa di San Carlo alle Mortelle nuovamente aperte, spalancate più tempo possibile, al culto e alle attività dei bambini, degli adolescenti, dei giovani, degli uomini,delle donne e degli anziani.

Quelle porte come braccia allargate e protese al quartiere, ai suoi abitanti per un impegno di formazione e centro di incontro, di dibattito, per una catechesi non finalizzata soltanto alla preparazione ai sacramenti ma tesa al recupero di quanti in questi anni hanno conosciuto soltanto la strada come luogo di aggregazione.

La comunità saprà certamente porsi maggiormente a servizio del quartiere facendo rivivere quel luogo che ha visto momenti di grande vivacità e fermento culturale e religioso.

La piazza ha assunto un aspetto più dignitoso, gli interventi del Comune hanno ridato un aspetto più decoroso e tra non molto partirà la raccolta differenziata con l'eliminazione dei cassonetti.  

Mi auguro che nei prossimi giorni di inizio anno le campane potranno annunciare non solo la riapertura di un luogo di culto ma anche un nuovo percorso di una grande comunità.

Buon anno di Pace  a tutti ma proprio a tutti ! 

sabato 24 dicembre 2016

Natale ma non per tutti



"..Ma anche oggi Gesù piange. Perché noi abbiamo preferito la strada delle guerre, la strada dell'odio, la strada delle inimicizie.

Siamo vicini al Natale: ci saranno luci, ci saranno feste, alberi luminosi, anche presepi ?

Tutto truccato: il mondo continua a fare la guerra, a fare le guerre. Il mondo non ha compreso la strada della pace...

...Dappertutto c'è la guerra, oggi, c'è l'odio,cosa rimane di una guerra, di questa, che noi stiamo vivendo adesso?

Cosa rimane?

Rovine, migliaia di bambini senza educazione, tanti morti innocenti: tanti!, e tanti soldi nelle tasche dei trafficanti di armi...”

(Papa Francesco)


Auguri a tutti di Pace e Serenità

giovedì 22 dicembre 2016

I ricordi del Natale della semplicità

Altri due cari amici hanno voluto esserci in questa carrellata di ricordi che opportunamente mio cugino Nando questa mattina parlando al telefono li ha definiti momenti di tenerezza di tempi irripetibili che ci aiutano a vivere meglio questi giorni di Natale.

Clelia Meo è l'amica che da quando abbiamo intrapreso questo nuovo percorso è stata sempre la voce della rapida comunicazione e partecipazione ai momenti belli e tristi accaduti in questi  anni recenti in San Carlo alle Mortelle e mantenendo anche viva la memoria di amici che purtroppo ci hanno lasciati.

Bruno Rippa è l'amico che ci è stato sempre vicino nelle  iniziative di questi anni e mi fa piacere ricordare il suo costante impegno per i bambini di Scampia proprio in occasione del Natale e della ormai tradizionale sfilata dei Babbi Natale a piedi e in bicicletta ed anche il grande generoso  supporto che da allo Scampia Rugby. 

                                                                        *********************

Sono veramente tanti i ricordi del Natale nel nostro quartiere San Carlo alle Mortelle, infatti è un susseguirsi di immagini che affollano la mia mente..forse perché la maggior parte della mia vita, a differenza di altri, l'ho trascorsa lì ed anche se ora vivo in un altro quartiere, il mio cuore resta ancorato alla magia di quei luoghi.

Tornando indietro con la mente, mi rendo conto che da bambina era una vera festa per i colori, i suoni degli zampognari che aspettavo con ansia, per la semplicità con cui si attendeva la chiusura della scuola per vivere appieno tutto il periodo natalizio...la preparazione dell'albero e del presepe, la richiesta dei vari doni, il ripassare la poesia da recitare e la famosa letterina che postavo sotto al piatto di mio padre con l'eccitazione che solo un bambino può provare.
La magia della notte di Natale, quando dopo la cena della vigilia mi recavo con mia madre in chiesa per accogliere la nascita del Bambino Gesù e posso affermare con certezza, che sicuramente allora si viveva una magia particolare, magia che oggi purtroppo quasi non percepiamo più, forse perché abbiamo dimenticato
il bambino che c'è in ognuno di noi 
Buon Natale a tutti!

                                     Clelia


C'ero anch'io.....vi dico che io non c'ero per quanto concerne il mega presepe che ha ricordato Ezio.
C'ero però in altri momenti dei  Natali  vissuti in quei pezzi di strada del mio quartiere,  via Filippo Rega, p.tta San Carlo alle Mortelle ecc.

Ricordo quando da chierichetti ci preparavamo per le celebrazioni natalizie;indossavamo  le tonache e le casacche in una stanzetta piccola e disordinata; era un caos ed alla fine non trovavamo le misure giuste. Sembravamo un'armata Brancaleone.Ricordo Gino Cogliandro con tonaca e casacca corte che mi suscitava risate. Ricordo le funzioni liturgiche:la famiglia Stevens sempre in prima fila, austera e composta e con due belle figlie che erano un sogno inarrivabile.

Sull'altare cercavo di mettermi seduto vicino alla balaustra per osservarle e poi  uno strumento che era una tavolozza di legno con delle maniglie che si agitavano in un particolare momento della funzione.
Il presepe mi ricorda mio nonno Gennaro. Lui era il custode ed il factotum dell'Istituto Rodino'.....'o cunvitt de' cecatelle (il convitto delle non vedenti, ndr).Ho ancora  nelle orecchie la voce della Madre Superiora che lo chiamava da una loggia.....GENNARINOOOOO..... per le riparazioni spicciole e per l'allestimento del presepe e del palcoscenico nel salone dell'Istituto  in occasione dello spettacolo natalizio tenuto da 'e cecatelle per i benefattori del convitto.

Il nonno mi portava con sé ed io facevo 'o guaglione (l'aiutante ,ndr)  e mentre lui lavorava,io mi godevo la vista del palcoscenico e del magnifico presepe.

                                       Bruno