martedì 26 aprile 2016

L'Assessorato alla Cultura interviene per la targa in ricordo del Pittore Domenico Morelli

In occasione dell'apposizione della targa per la celebrazione del centenario della nascita del letterato Antonio Altamura con l'intervento del Sindaco de Magistris sulla facciata del palazzo storico civico 7 di piazza S.Carlo alle Mortelle, notammo lo stato di trascuratezza di quella in ricordo del Pittore Domenico Morelli, vissuto anch'egli nello stabile per alcuni anni, posata nel 1901, anno della sua morte.

Nella speranza che i lavori previsti per la tinteggiatura della facciata avessero inizio, con l'Associazione Futura decidemmo di non attivarci per la pulizia della targa.

Trascorso oltre un anno, lo scorso 8 Aprile ci siamo rivolti all'Assessore alla Cultura Nino Daniele affinchè intervenisse presso la Società Napoli Servizi per un intervento relativo alle due targhe.

Dopo quattro giorni l'Assessore ha interessato la Società e noi abbiamo inviato email anche all'Amministratore Unico della Società Dott. Domenico Allocca che ha provveduto in questi giorni, ci riferiscono alcuni cittadini, ad inviare una squadra che ha cominciato il lavoro, sospeso a causa del maltempo.

Nel mentre restiamo in attesa del completamento dell'intervento, unitamente ad Ezio Aliperti, Presidente dell'Associazione Futura, ringraziamo della consueta disponibilità l'Assessore Daniele e il Dott. Allocca per il fattivo e sollecito interessamento.
_______________________________________________________________
Domenico Morelli (Napoli7 luglio 1823[1] – Napoli13 agosto 1901) è stato un pittore e politico italiano.
Considerato uno dei più importanti artisti napoletani del XIX secolo, fu senatore del Regno d'Italia nella XVI legislatura
Figlio adottivo di Francesco Soldiero e di Maria Giuseppa Mappa, nel 1848 Domenico Soldiero aggiunse il cognome Morelli per poi assumerlo come unico.[1] Iniziò a frequentare l'Accademia di Belle Arti di Napoli nel 1836 e i suoi primi dipinti furono improntati all'ideale romantico, con numerosi influssi medievali (fu ispirato in particolare dal poeta inglese Byron).
Nel 1848 vinse un concorso che gli permise di recarsi a studiare a Roma dove, dopo aver preso parte ai moti del 1848, fu incarcerato per un breve periodo.
Nel 1850 visitò Firenze dove ricevette il suo primo riconoscimento pubblico per la sua opera Gli iconoclasti. Nel 1855 partecipò, insieme aFrancesco Saverio Altamura e Serafino De Tivoli, all'Esposizione Universale di Parigi e, di ritorno a Firenze, prese parte ai dibattiti dei macchiaioli sul realismo pittorico, ciò che lo condusse gradualmente ad assumere uno stile meno accademico e maggiormente libero, soprattutto nell'uso del colore; secondo i critici della pittura napoletana, la sua arte fonde verismo e tardo-romanticismo a modelli neoseicenteschi.
Negli anni sessanta, ormai tra i pittori italiani più conosciuti della sua epoca, fu nominato consulente del museo nazionale di Capodimonte relativamente alle nuove acquisizioni di opere, portando così il suo contributo alla gestione delle collezioni d'arte.
Nel 1868 ottenne la cattedra d'insegnamento all'Accademia (dove aveva studiato), mutuando il suo interesse ai temi religiosi, mistici e soprannaturali; infatti, di questo periodo è uno dei suoi lavori più celebri, l'Assunzione del Palazzo Reale di Napoli.
Fu anche uno degli artisti che collaborarono alle illustrazioni della Bibbia di Amsterdam (1895) e, dal 1899 sino alla morte avvenuta nel 1901, fu direttore dell'Accademia di Belle Arti di Napoli.(Wikipedia)

domenica 24 aprile 2016

Capodichino, primo Aeroporto italiano con possibilità di riposo


Il Comune approva il progetto sperimentale "EASY BED" : Napoli, il primo aeroporto in Italia ad attuare l'innovativo modello di ospitalità turistica in uso nelle principali città del mondo






“Easy Bed” è un nuovo format di ospitalità di tipo "rapido ed economico", attivo 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 il cui obiettivo è quello di aumentare i livelli di comfort dei passeggeri in viaggio. Si tratta di un tipo di servizio già presente nei migliori scali aeroportuali europei e mondiali ma non ancora negli aeroporti italiani.


La Giunta Comunale di Napoli, su proposta dell'Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Enrico Panini, ha approvato la realizzazione del progetto sperimentale nella nostra città, all'interno dell'Aeroporto Internazionale di Capodichino che sarà pertanto il primo aeroporto in Italia a condurre l'esperimento.

Saranno localizzati, all’interno di uno spazio comune dotato di tutti i servizi necessari, ben 52 moduli abitativi delle dimensioni di 4 mq. e 4 moduli delle dimensioni di circa 5,40 mq. per persone diversamente abili.

Saranno vere e proprie stanze autonome dotate dei comfort necessari per soddisfare le esigenze di relax, riposo e privacy, che permetteranno ai viaggiatori di ottimizzare i tempi di attesa e diminuire lo stress da viaggio. Il tutto gestito da una soluzione software che guida i clienti attraverso l’intero processo di prenotazione e di avvio fino al processo finale di pulizia al momento check-out.

L'Assessore Enrico Panini: “Il progetto Easy Bed è un'iniziativa assolutamente innovativa che può avere un ruolo notevole per lo sviluppo turistico e ricettivo della nostra città. Lo scalo aeroportuale di Capodichino, già vetrina importantissima per il movimento turistico di Napoli che ha conosciuto in questi anni un flusso considerevole di passeggeri, potrà in questo modo offrire un ulteriore servizio ai suoi passeggeri, migliorando di gran lunga la qualità dei tempi di sosta. Il nostro Comune non poteva farsi sfuggire l'occasione di investire su di essa.

mercoledì 20 aprile 2016

Salvaguardare la memoria storica, artistica e letteraria della città: Aurelio Fierro

L'impegno dell'Assessore alla Cultura Nino Daniele e del Sindaco Luigi de Magistris che in più occasioni hanno ribadito la volontà di salvaguardare la memoria storica, artistica e letteraria della città attraverso il ricordo dei suoi Uomini e Donne  migliori , ancora una volta il Comune di Napoli ha reso omaggio ad uno degli interpreti più popolari della canzone napoletana, Aurelio Fierro dedicandogli una strada.


Mi fa particolarmente piacere, però, evidenziare la qualità forse  meno conosciuta dell'Artista, la sua passione per la ricerca e lo studio della lingua napoletana ed in particolare la sua interessante
 GRAMMATICA DELLA LINGUA NAPOLETANA .

giovedì 14 aprile 2016

lunedì 11 aprile 2016

Ritardo sconcertante





".....La chiusura dei lavori comunque, è stata prevista per ottobre in occasione del quarto centenario della posa della prima pietra della chiesa. Manca ancora poco insomma, per la restituzione alla città ed ai cittadini del quartiere, di una delle più importanti opere di arte barocca della città." (da Il Mattino.it dell'8 Aprile 2016)




                Sconcertante

Ritardo ad oggi , giorni       194

A 31 Ottobre , giorni           408  (anni 1 + gg 43)

                   

sabato 9 aprile 2016

La Piazza Incantata, il concerto corale più grande della storia









L'Assessore Nino Daniele in piazza da 

questa mattina alle 7 per accogliere

13.000 coristi provenienti da tutta Italia

 per il coro più grande del mondo